lunedì 21 febbraio 2011

Il gelato estemporaneo e altre invenzioni della cucina molecolare Italiana




Edito da Sperling & Kupfer, questo libro di "non solo ricette" è stato scritto da Davide Cassi ed Ettore Bocchia, si, è un libro di ricette, ma non si occupa delle solite ricette, e non solo di quelle.
Questo libro si occupa principalmente di spiegare le reazioni chimiche che avvengono nella nostra cucina, e ci insegna a vedere la cucina molecolare sotto un nuovo punto di vista.
In questi mesi, grazie ad Adrià, siamo stati bombardati dai telegiornali con notizie sulla cucina molecolare, reportage dettagliati di quanto possa essere nociva, chimica, piena di addittivi, così poco naturale e quindi poco salutare, non ho niente da dire contro Adrià, è un gran genio, ma anche i geni commettono errori, purtroppo, ma...
C'è un ma, ed è un bel ma, perchè la cucina molecolare non è sempre sinonimo di addittivo, e pensandoci bene, ciò che ultimamente in tv hanno descritto come addittivo ( e quindi sinonimo di poco salutare) ce lo ritroviamo in dadi, merendini e biscotti, quando si parla di cucina molecolare è più facile che come addensante si usi la lecitina e non la fecola, e per ottenere delle gelatina si usano gli amidi, queste, sono sostanze che si usano molto più spesso di glutammato ecc ecc ...
Ed è bene specificare che la cucina molecolare è una scienza, e non è la scienza ad essere cattiva, è l'uso che ne facciamo che può renderla tale...
In questo libro viene sapientemente spiegato l'uso di addittivi naturali, che si trovano comunemente in commercio, non nocivi alla salute, come la lecitina di soia, o il fruttosio...

In che modo la lecitina può sostituire l'olio?
Perche la nuova meringa Italiana si taglia con il coltello come se fosse una panna cotta?
E come è possibile ottenere una maionese senza olio?

A queste domande ci rispondono in questo libro Ettore Bocchia ed il Professor Cassi, spiegandoci che esiste una cucina molecolare "Italiana" salutare e naturale!!!
La cucina molecolare porta innovazione tra i cibi della tradizione, mantenendo i sapori unici di una volta ma cercando di migliorarne la struttura, e così si avverano i sogni di sempre, salse senza olio e quindi grassi ridotti al minimo, fritture fritte senza olio, che non ungono, si conservano e rimangono leggere, tutto molto semplice da preparare ( e posso dirvelo con certezza dato che sto tenendo una rubrica di cucina molecolare), ingredienti facili da reperire (a parte l'azoto).
Stiamo parlando di una cucina innovativa che permette ai celiaci di creare ottime tagliatelle con farine che fino a ieri non erano impastabili, stiamo parlando di un'importante evoluzione in ambito culinario, e sono sicura che leggendo questo libro ve ne accorgerete!!

4 commenti:

  1. Interessante! Più che da usare per cucinare..direi da studiare!

    RispondiElimina
  2. Hheheheh, già, è proprio da studiare, io ho imparato un sacco di cose!

    RispondiElimina
  3. che bello! e quanti libri :-) anche io amo leggere e ho creato un'iniziativa che partirà tra qualche giorno se volete dare un'occhiata :-)
    ciao Ely
    http://www.nellacucinadiely.it/p/scrivimi.html

    RispondiElimina
  4. complimenti per quest'altro blog:D

    RispondiElimina